Via Veneto di Roma: la storia di un mito

roma_ via veneto

La storia di Via Veneto inizia più di un secolo fa quando sotto le mure aureliane attraversava la Porta Belisaria (o Pinciana) arrivando fino a villa Borghese.

La secolare via della città eterna era ai tempi dell’epoca tardo-repubblicano il luogo in cui sorgevano le ville più sontuose ed eleganti di Roma. Grazie al clima salubre e ad una ricca vegetazione era il rifugio ideale in cui rifocillarsi durante i mesi caldi. Queste splendide domus romanae ospitavano anche preziose opere d’arte e bronzi pregiati provenienti dalla Grecia o dall’Asia Minore. Poeti latini e uomini di rilevanza storica come Sallustio o Giulio Cesare amavano trascorrere qui il loro tempo libero.

Via Veneto divenne ancora più importante durante il XVII secolo quando Ludovico Ludovisi, nipote di papa Gregorio XV, acquistò gli Horti Sallustiani (1621). La sua villa era meta di artisti e studiosi che amavo ammirare i preziosi marmi antichi che Ludovisi fece restaurare dai grandi maestri dell’epoca come Bernini e Buzzi che facevano da sfondo alle innumerevoli piante e fontane del suo giardino.

Federico Fellini e Via veneto

Caratterizzata da sempre da un forte senso estetico, Via Veneto divenne famosa nel corso del XX secolo per essere il fulcro della vita mondana durante gli anni ‘50 e ‘60. Spesso infatti personaggi famosi frequentavano questo luogo in cerca di visibilità e scandali. Mentre sorgevano hotel lussuosi e caffè eleganti frequentati da celebrità di tutto il mondo Federico Fellini sancì definitivamente la sua fama grazie al suo celebre film La Dolce Vita.

Grazie alla sua crescente notorietà Via Veneto accoglieva in quegli anni i produttori di Hollywood che amavano scegliere quei bar come luogo prediletto per i loro incontri di lavoro. Hotel di lusso come l’Excelsior o il Marriot Grand Hotel Flora si possono ammirare ancora oggi passeggiando per questo splendido viale romano. Sicuramente non si possono più incontrare personalità importanti come Calvino, Moravia o Pasolini ma per un istante si possono rivivere le emozioni ed il fervore che hanno travolto la capitale romana nel corso degli anni ‘60.

Via veneto anni 50

Il turista o il romano che oggi passeggia per Via Veneto può visitare la Chiesa di Santa Maria della Concezione che ospita al suo interno l’antico ossario dei Frati Capuccini. E’ possibile inoltre fare shopping nelle originali boutiques alla moda che fanno da contorno a questo splendido viale in cui si riesce ancora oggi a percepire l’anima dei famosi personaggi che hanno fatto la storia del mondo musicale e cinematografico nel corso del XX secolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *